Leggende del popolo curdo

Autore: Zanà Balulì

ISBN13: 9788887876727

  • In Offerta
  • Prezzo di listino

    €14,46



Popolo diviso fra cinque nazioni, Turchia, Iran, Siria, Iraq e Armenia, i Curdi erano originariamente pastori nomadi, provenienti quasi certamente dall'antica Persia.
La loro storia è tra le più travagliate. Passato via via dal dominio arabo a quello ottomano, il Kurdistan non fu mai uno stato unitario e l'identità nazionale e perfino la lingua curda furono negte dai regnanti di turno fino alla seconda guerra mondiale, quando almeno il Kurdistan iracheno ottenne, nel 1970, una parziale autonomia. Tale nelle grandi linee la storia di questo popolo, che sta venendo prepotentemente alla ribalta della storia.

Le favole che compongono questo libro sono state faticosamente raccolte dalle fonti dei vari Paesi interessati e rielaborate da un esperto di letteratura del Vicino Oriente. Sono racconti semplici, incentrati sulle esperienze e la mentalità di due personaggi tipici della cultura curda: il pastore e il viaggiatore, nonché sulla vita familiare.

La lezione che se ne può trarre, oltre al divertimento, è inaspettata: sdrammatizzante, generosa e fondamentalmente ottimista.


Il cammello e la neve

Un giorno di primavera, il cammello e la neve si misero a discutere e decisero di diventare amici e di aiutarsi a vicenda nei momenti di bisogno.

Il cammello disse alla neve: "Sorella mia, ho anzitutto una preghiera da farti: se per caso ti capita di arrivare in autunno, dammi un preavviso di qualche giorno in modo che io riesca a prepararmi e a difendermi".

La neve promise il suo aiuto, gli diede la sua parola e si allontanò.

Fino all'autunno il cammello, ormai sicuro del attuo suo, passò le giornate allegramente sui verdi prati e non s'accorse che i giorni passavano. Trascorse l'estate e arrivò l'autunno.

Durante gli ultimi giorni dell'autunno, quando il freddo ormai era abbastanza intenso, la neve si ricordò della parola data e disse: "Avviserò subito il mio fratello cammello che sto per arrivare, alzerà la testa e vedrà il cielo bianco così si accorgerà del mio arrivo".

Il cammello però non alzò mai la testa, la neve iniziò a scendere sulle cime delle montagne, imbiancò le parti alte anche delle pianure, ma il cammello ancora non se ne accorse...

Continua a leggere


Due pastori

C'erano una volta due pastori che erano molto amici. Una sera, dopo aver fatto entrare il gregge delle pecore nel recinto, si sedettero su un enorme masso uno di fronte all'altro e iniziarono a discutere.

All'imbrunire uno dei due pastori disse all'altro: "Vai a mungere due pecore e porta il latte così ceniamo".

Quello prese un recipiente e nel buio entrò nel recinto, munse due pecore e portò il latte in direzione del masso. Durante il tragitto inciampò e cadde.

"Cosa ti è successo?" domandò l'amico. "Sei per caso caduto, hai versato il latte?"

"No, no," rispose il pastore "non ho versato il latte."

"E allora cosa stai cercando nel buio?"

"Sto cercando solo il recipiente" rispose il pastore dispiaciuto.


Formato 13x21 cm.
181 pagine


INDICE

Introduzione

Area curdo-turca
Nota
Hasò
Loro per noi, noi per gli altri
Il leone e la mosca
Il racconto del re
Il prezzo della mela portata dal fiume
Il povero e il fico
L'uomo pigro e sua moglie
La storia del divertimento

Area curdo-turca-siriana-irakena
Nota
Falsa testimonianza
Balulì Zanà e la brocca piena d'oro
La risata di Balulì Zanà
La storia della sberla
La pietra preziosa
La giara d'oro
Mosì
La bugia con la coda
Il cittadino e il contadino
Tre ricchi
La zuppa di verdura

Area curdo-caucasica
Nota
Il vecchio saggio
L'uomo senza pensieri
Il servo intelligente
Il conoscente furbo
Il cammello e la neve
Il ragazzo buono
Il signore e il pastore
Le chiacchiere delle novelle spose
Il cane da caccia e il coniglio
Il pipistrello
La tortora e il pesce
Le parole del vecchio
Nerin
Il padrone e il servitore
Due pastori
Due ragazze
Il coniglio e i suoi cuccioli
La ricchezza cerca alloggio
Chi semina vento raccoglie tempesta
La ragazza e i venti manovali
Tre amici
L'uomo che ordinava al re
Akhmad e la giovane Tazmal Khatun
Il contadino e il passerotto
La volpe, la rana, il gallo e la tortora
Mirzà Makhmud e Dunya Guzal
Il pastore e il mollah
Il cane è sempre cane
Il prete di Dedvan
Il principe coraggioso

Bibliografia
Fonti delle fiabe